Bocchetta di Altare. Dove finiscono le Alpi e iniziano gli Appennini

Milleduecento chilometri di montagne a destra, milleduecento chilometri di montagne a sinistra. Non parliamo di qualche meta esotica, ma del punto in cui finiscono le Alpi e iniziano gli Appennini, un punto che si trova in Liguria: è la Bocchetta di Altare. Un luogo che ha un forte valore simbolico ed evocativo, indicato già dai romani come punto di passaggio tra le due catene (anche perché l’altitudine del valico rimane la minima del displuvio appenninico fino alla sella di Marcellinara in Calabria), battuto dalle carovane dei mercanti e dagli eserciti, sfruttato dalla via Æmilia Scauri (primo secolo a.C.) che doveva collegare il porto di Vado Sabatia, l’odierna Vado Ligure, alla città di Derthona, oggi Tortona. Le notti fresche d’estate e la neve, spesso copiosa, d’inverno, fanno presto dimenticare che il mare è relativamente vicino, pochi chilometri in linea d’aria. Altare, porta d’ingresso della val Bormida per chi arriva da Savona, introduce in un mondo che poco ha da spartire con la caotica riviera, non solo da un punto di vista climatico. Il paese ha un fascino misterioso e decadente: venendo da Cadibona si viene accolti dalle fortificazioni del XIX secolo, mentre nel borgo si conserva la memoria di una secolare tradizione nell’arte vetraria. Bocchetta di Altare è punto di fine/inizio tappa lungo l’Alta Via dei Monti liguri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *