Giornate Fai 2016. Tutte le aperture in Liguria

Ventitre anni ininterrotti di attività, 8,5 milioni di visitatori, più di 9.000 beni in oltre 360 città. I numeri delle Giornate FAI di Primavera, che dal 1993 si svolgono a cura del il FAI Fondo Ambiente Italiano, sono cresciuti nel tempo e non sono solo il rendiconto matematico di una manifestazione che, ogni anno, fa dei beni culturali e della loro conservazione e tutela un evento per il grande pubblico.
Anche i numeri della XXIV edizione delle Giornate del FAI, in programma sabato 19 e domenica 20 marzo 2016, sono notevoli: 110.000 volontari a guidare e raccontare i beni, 900 piazze italiane, 380 città. Sarà possibile visitare chiese, castelli, palazzi storici, parchi e scenari naturali o archeologie industriali, ascoltare la loro storia nei racconti di volontari esperti, come gli “Apprendisti Ciceroni”, giovani studenti che illustreranno i monumenti, portando i visitatori alla scoperta dei loro aneddoti e segreti.
Come di consueto, moltissimi sono i luoghi aperti al pubblico anche in Liguria. A Genova è sempre gettonatissima la la Barberia Giacalone di vico Caprettari, ma quest’anno si punta molto sul porto, con la possibilità di visitare il Terminal Sech, la Stazione Marittima e Palazzo San Giorgio. Fuori dal capoluogo, l’Abbazia di San Fruttuoso rimne una delle mete preferite, ma non mancano puntate verso Varazze (Villa Cilea), Loano (Il convento di Monte Carmelo, il Palazzo Doria e il Castello Doria con il borgo) e Ventimiglia (dove si va alla scoperta della Torre e del giardino di Carlo Maria Maggia e della scuola di Thomas Hanbury). A La Spezia l’appuntamento è invece con il Deposito rotabili storici e il Museo nazionale dei trasporti.
Sul sito del Fai è possibile conoscere i dettagli di ogni appuntamento. Le visite sono a contributo libero, i fondi raccolti saranno impiegati per la manutenzione dei beni.
giornate-fai-2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *